Quante e quante volte abbiamo chiuso gli occhi ascoltando una canzone.

Immersi nella melodia e nelle parole, abbandonati ad istanti di coinvolgente buio colmo di emozionanti armonie.

Sogni, , illusioni, speranze, fantasie, amori , tutti sentimenti che si susseguono nel breve attimo di una canzone.

Quante e quante volte, riaprendo gli occhi, non ci siamo emozionati dinnanzi all’abitudine dei colori, delle forme, degli arredi, dello spazio della nostra stanza, dell’immensità del  mondo

Perché è normale e ovvio riaprire gli occhi.

Claudio Quattrin 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.